• Solo 139,00 € a persona! Camera matrimoniale comfort con colazione a buffet e wifi, 2 pranzi o cene gourmet, Castello di Miramare e Grotta Gigante. In omaggio una bottiglia di vino pregiato del Carso!
    21 Maggio 2017 - 3° PEDALATA ENOGASTRONOMICA SUL CARSO - 5 Tappe - 10 degustazioni - Partenza ed arrivo da/a Opicina (percorso ad anello) - Noleggio Biciclette su prenotazione - Quota Adulto 25,00 €, bimbi da 0 a 4 anni gratis, 5-11 anni 5,00 €, maglietta omaggio per tutti e assistenza sanitaria inclusa. Cosa aspetti ad iscriverti?
    Si arriva ogni giorno della settimana - Incluso nel prezzo: camera comfort, welcome drink, colazione a buffet, WI-FI, ingressi al Castello di Miramare, ai Musei Civici e alla Grotta Gigante, in più degustazione nei caffè storici! Anche a Natale!

Il Carso

Parete rocciosa Carsica con folta vegetazione di Somacco

Parete rocciosa Carsica con folta vegetazione di Somacco

L’altopiano carsico riveste una grande importanza naturalistica, sia per la sua particolare geologia che per la flora e la fauna che lo caratterizzano. Ma il Carso è anche una vasta area d’interesse storico-culturale, grazie ai tipici borghi perfettamente inseriti nel contesto ambientale. Per questi motivi costituisce un luogo ideale per la pratica del cicloturismo e del trekking. A esprimere l’anima rurale di questa terra, soprattutto nell’area di Sgonico, numerosi agriturismi e osmizze, la cui origine risale ai tempi dell’impero austro-ungarico, quando l’imperatore, nel 1874, concesse ai contadini il permesso di vendita diretta del vino e di alcuni prodotti per un periodo di otto giorni (in sloveno osem). Nelle osmizze e negli agriturismi che vengono indicati da una frasca appesa lungo la strada, vicino e davanti alla casa, potete degustare e comperare le specialità della zona. L’entroterra offre prodotti di altissima qualità: oltre ai vini, in particolare i bianchi, anche l’olio extravergine d’oliva del Carso triestino è enormemente apprezzato dagli intenditori e dagli esperti di arte culinaria. Dalla cima della collina di Monrupino potete ammirare an ampio panorama sul Golfo di Trieste. L’abitato è dominato dalla Rocca, che prima fu un importante castelliere preistorico, poi castellum fortificato romano e infine fortezza, per proteggersi dai Turchi. Nel 1512 fu edificata la chiesa dedicata alla Beata Vergine Assunta, che in seguito divenne santuario. Il luogo è anche sede, ogni due anni, delle “Nozze Carsiche”, che durano quattro giorni e che si svolgono in agosto. Assolutamente da visitare, inoltre, la “casa carsica” di Repen, una casa-museo che risale all’Ottocento e che conserva intatte tutte le caratteristiche architettoniche tipiche della tradizione rurale del Carso.

La Grotta Gigante

Grotta Gigante

Grotta Gigante

A Sgonico, nella frazione di Borgo Grotta Gigante, è situata la Grotta Gigante, che rappresenta un eccezionale fenomeno carsico. Scesi gli scalini di accesso, lo spettacolo sotterraneo in cui ci si imbatte è veramente imperdibile: stalattiti e stalagmiti di dimensioni e forme inimmaginabili. La caverna centrale, ben illuminata e interamente percorribile, ha proporzioni notevolissime: 380 metri di lunghezza , 65 di larghezza e 107 di altezza. E’la più grande cavità turistica del mondo, con un’ampiezza tale da poter contenere la Basilica di San Pietro. All’ingresso della Grotta si trova il Museo Speleologico, con un’interessante documentazione sulla storia della speleologia triestina.

Per ulteriori informazioni: www.grottagigante.it

La Riserva Marina di Miramare

Riserva Naturale Marina Miramare

Riserva Naturale Marina Miramare

La Riserva Marina di Miramare, istituita nel 1986, è un’area protetta situata ai piedi dell’omonimo promontorio. L’ambiente, di tipo marino-costiero, è roccioso verso riva, via via più fangoso spingendosi in mare aperto (fino ad una profondità massima di 18 metri). All’interno della Riserva vi sono due aree: una a regime di tutela integrale, nella quale è però consentita, in una zona ben delimitata, la visita guidata subacquea, l’altra, tutt’intorno, a protezione parziale, in cui vige il divieto di pesca professionale. Trattandosi di un ambiente protetto, esso si presenta ad elevata biodiversità, elemento che fa della Riserva stessa un ambiente unico e di gran pregio. All’interno della Riserva vengono promosse attività di ricerca non invasive oltre a varie attività di tipo divulgativo. La Riserva organizza ormai da anni visite subacquee guidate, sia per singoli che per gruppi, purché i partecipanti siano forniti di regolare brevetto. L’immersione è possibile solo previo rilascio di un’autorizzazione, volta a tutelare la conservazione ottimale dell’ambiente. Per tutti gli altri, da giugno a settembre, è possibile, sempre con l’accompagnamento di una guida, effettuare dello snorkeling: dopo una introduzione presso il Centro Visite, ubicato nel Castelletto all’interno del Parco di Miramare, viene proposta un’attività di seawatching (osservazione dei fondali) in zone particolarmente sicure ma interessanti. Il seawatching è indicato anche per i bambini di età non inferiore a 8 anni. Per partecipare è necessario contattare preventivamente il personale della Riserva, in quanto la visita viene effettuata per gruppi di almeno 4 persone. Da anni vengono organizzati corsi di formazione e stage specialistici. All’interno della Riserva è stato inoltre istituito il Gruppo di Pronto Intervento e Monitoraggio.
www.riservamarinamiramare.it

La Val Rosandra

Val Rosandra

Val Rosandra

La Val Rosandra è nata dal fenomeno di erosione provocato dal torrente Rosandra, fascinoso corso d’acqua che fluisce su un percorso particolarmente movimentato. Corre veloce lungo i ripidi pendii formando cascatelle, pozze d’acqua trasparente e dolci flussi. La valle possiede bianche e imponenti pareti, meta di numerosi sportivi e scalatori. Molti sono i sentieri che la percorrono; c’è persino un antico acquedotto romano, costruito per l’approvvigionamento idrico dell’antica Tergeste. Si tratta di un canale costruito con pietre e materiale laterizio che, dopo aver fatto confluire le acque delle Val Rosandra e della località Bagnoli, le portava fino al centro cittadino. Sul fondo della valle, sui primi terreni arenari, si trova una frazione di poche case: Bottazzo, citata in un documento del XV secolo dove troviamo ancora i ruderi di uno dei grandi mulini situati lungo il corso del fiume.

Il Fiume Timavo

Una delle risorgive del fiume Timavo

Una delle risorgive del fiume Timavo

Vicino all’antica chiesetta di San Giovanni in Tuba, a San Giovanni di Duino, c’è un sito di notevole interesse naturalistico: le risorgive del fiume Timavo. Questo fiume è considerato il più corto d’Italia: dopo un percorso sotterraneo di 35 km, infatti, riemerge a San Giovanni (a ridosso del mare), in un luogo talmente suggestivo che colpì persino la fantasia di Virgilio, che lo citò nell’Eneide.

Comments are closed.

  • Prenota online:

Hotel Italia è associato a Federalberghi
Tourism_net.fvg

Hotel Italia è partner della Rete d'impresa tourism_net.fvg

Hotel Italia S.r.l. Via della Geppa, 15 - 34132 Trieste - Italy
tel. +39.040.369900 - cell. +39.345.7068575 - fax.+39.040.630540
e-mail: info@hotel-italia.it - P.iva/C.F 00113280325
Credits: